HTTP/3 è ufficialmente online

protocollo http
Protocllo http
Please wait...

Per chi non sapesse cos’è HTTP/3, è uno dei 4 standard HTTP per la richiesta di file da un sito web.

Gli standard ufficiali sono:

  • HTTP/1.0
  • HTTP/1.1
  • HTTP/2
  • HTTP/3

Ecco le loro caratteristiche.

HTTP/1.0 e HTTP/1.1

La differenza tra HTTP/1.0 e HTTP/1.1 non è marcata nel nome, eppure, per siti con tanti file, è stata una rivoluzione.

HTTP/1.0

Fu il primo protocollo standardizzato per lo scambio di dati su internet, lo scambio avveniva così:

Il browser inviava la richiesta per solo la pagina al web server, questo rispondeva con il contenuto della pagina, successivamente il browser analizzando la pagina ricevuta, richiedeva uno alla volta i componenti della pagina, immagini, stile della pagina ecc…, creando quindi molteplici connessioni.

In se è più che logico questo funzionamento, ma il tempo che impiega a caricare la pagina è molto lento (per pagine leggere ci vorrebbe 500/700 millisecondi)

HTTP/1.1

Questo protocollo è un miglioramento del primo, infatti invece di creare molteplici connessioni, una volta che il browser riceve la pagina, invia le richieste per le risorse al server immediatamente senza creare nuove connessioni.

Così facendo il tempo medio di caricamento di una pagina si riduce fino a 200 millisecondi.

Attualmente è il protocollo più usato su internet.

HTTP/2

L’HTTP/2 divenne uno standard dopo parecchi anni dall’uscita del HTTP/1.1.

Permette di scaricare le risorse di una pagina web in modo parallelo, dopo la richiesta implicita del browser.

Questo migliora la velocità e limita le richieste effettuate.

Esiste una variante dello stesso protocollo, ovvero HTTP/2.0 + push.

HTTP/2.0 + push

La differenza con il protocollo precedente è minima, ma la differenza è sostanziale.

Una volta che il server web invia il documento principale (pagina web), senza aspettare una nuova richiesta del browser, invia immediatamente dopo tutti i restanti componenti interni (javascript, fogli di stile, immagini) collegati alla pagina.

Così facendo le chiamate effettuate dal browser si riducono solamente a 1.

HTTP/3

È l’ultimo protocollo sviluppato, vanta un sistema per richiedere e scaricare le pagine web e tutto il loro contenuto in brevissimo tempo.

Si basa sull’HTTP/2 + push, il suo nome al momento viene riconosciuto come HTTP/2 + quic.

Le richieste effettuate dai protocolli precedenti sono tutte in TCP, l’HTTP/3 invece si basa sulla rapidità del protocollo UDP, questo non richiede particolari accortezze e quindi è più rapido sia nella creazione sia nel raggiungere la destinazione.

Al momento l’HTTP/3 non viene supportato di default nei browser più moderni, ma è possibile abilitarlo manualmente.

Ma chi supporta al momento l’HTTP/3?

Vista la sua velocità, si è notato che per flussi di dati, questo protocollo è una vera e propria scheggia.

Infatti uno dei principali siti web che ha adottato questo nuovo protocollo è proprio Youtube, i dati dei suoi video sono trasmessi in HTTP/3.

Google Chrome Dev Tool network

Questo sito al momento utilizza HTTP/2 + push, tuttavia è già configurato per essere raggiunti da HTTP/3 grazie a cloudflare.

Please wait...
About the author

alessandrobasi

Sono uno studente appassionato di informatica e computer, frequento l'università Sapienza.

Be the first to comment

Rispondi